Atti generali

Atti generali2018-06-08T12:01:13+00:00

Sezione relativa agli atti generali, come indicato all’art. 12, c. 1,2 del d.lgs. 33/2013

In questa sezione sono elencati i riferimenti normativi con i relativi link alle norme di legge statale pubblicate sulla banca dati di Normattiva che regolano l’istituzione, l’organizzazione e l’attivita’ dell’Amministrazione. Sono inoltre riportate le direttive, le circolari, i programmi e le istruzioni emanate dall’Amministrazione e ogni atto che dispone in generale sulla organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti ovvero nei quali si determina l’interpretazione di norme giuridiche che riguardano o si dettano disposizioni per l’applicazione di esse, ivi compresi i codici di condotta.

La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato italiano, ovvero il vertice nella gerarchia delle fonti di diritto, e fondativa della Repubblica italiana. Fu approvata dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947 e promulgata dal capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola il 27 dicembre 1947. Fu pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 298, edizione straordinaria, del 27 dicembre 1947 ed entrò in vigore il 1º gennaio 1948.

Il decreto legislativo del 18 agosto 2000, n. 267, conosciuto e definito anche Testo unico enti locali (abbreviato in TUEL), composto da 275 articoli, è il decreto che raccoglie l’ordinamento istituzionale e contabile degli enti locali.

Il progetto “Normattiva” si basa sull’impiego di innovative tecnologie informatiche per la creazione di un servizio affidabile, gratuito e completo di informazione sulle leggi italiane.

 

In questa area curata dal Servizio Affari della Giunta Regionale e dall’Ufficio “Atti formali e Riconoscimento della Personalità Giuridica” della Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Valutazioni Ambientali, Energia è possibile trovare le leggi regionali, i regolamenti regionali, le deliberazioni della Giunta Regionale e gli atti monocratici del Presidente.

 

Lo statuto comunale, nell’ordinamento giuridico italiano, è un atto normativo approvato ed emanato dal consiglio di un comune, con cui esso stabilisce il proprio ordinamento generale. In particolare, vi vengono riportati il funzionamento degli organi di governo locali, le modalità di partecipazione dei cittadini, le forme di collaborazione tra il comune e altri enti, l’organizzazione degli uffici. Si caratterizza inoltre per una breve introduzione che identifica il comune dal punto di vista territoriale e storico, con la descrizione di stemma e gonfalone delle onorificenze di cui si decora.
In data 15/11/2009 è entrato in vigore il D.Lgs. n. 150/2009 (Decreto Brunetta) che stabilisce nuove sanzioni disciplinari e regole più restrittive nelle procedure disciplinari dei dipendenti pubblici. Il Decreto ha ricondotto nella sfera legislativa una materia che negli ultimi tempi è stata oggetto di contrattazione a livello nazionale. Il Decreto legislativo 150/2009 ha modificato l’art. 55 del decreto legislativo 165/2001 prevedendo che “la pubblicazione sul sito istituzionale dell’amministrazione del codice disciplinare … equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all’ingresso della sede di lavoro“. Nella presente sezione vengono dunque pubblicati il Codice Disciplinare approvato con Contratto collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto regioni e autonomie locali quadriennio normativo 2006-2009 biennio economico 2006-2007, nonché gli articoli del Decreto legislativo 150/2009, che, a decorrere dal 15 novembre 2009, modificano il decreto legislativo 165/2001, integrando e/o modificando alcune sanzioni.

GC 129 DEL 2013 APPROVAZIONE CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI

Relazione illustrativa relativa all’adozione del Codice di comportamento

Art 59 CCNL Nuovo Codice Disciplinare